ultime notizie

Foxy Lady Ascolta arriva a Milano

Quando si dice che qualcosa nasce dal “basso”, possiamo pensare subito a due cose. La prima è che dalle quattro corde del basso, dalla ritmica, può nascere una canzone (e gli ...

Massimo Carrieri

In A Baroque Mood

Per fortuna esistono oasi di bellezza dove la musica è creata e fluisce in assoluta libertà e ineccepibile verità, senza seguire mode fasulle o logiche alienanti al limite del ripugnante. Tra queste c’è l’etichetta Blu Serge, portata avanti con passione e dedizione da un musicista eccezionalmente multiforme che è Sergio Cossu. Da vent’anni a questa parte realizza «progetti discografici con budget limitati ma con grande attenzione al suono» che vedono il coinvolgimento di artisti talentuosi e dotati di una qualità essenziale: apertura di mente e anima. L’ultima creatura nata è In A Baroque Mood del pianista pugliese (originario di Martina Franca) ma milanese d’adozione Massimo Carrieri, personalità acuta ed eclettica in equilibrio perfetto tra classica e jazz. A sottolineare questa fortunata inclinazione c’è appunto l’album in questione, presente nei suoi desideri da molto tempo ma concepito durante la clausura pandemica e registrato appena se n’è presentata la possibilità.

Otto brani di compositori monumentali, vissuti a cavallo tra tardo Rinascimento e Barocco, gli hanno permesso di gettare un ponte tra passato e presente, tra antico e moderno, tra universale e singolare. Con estremo rispetto, Carrieri ha filtrato attraverso la sua personale sensibilità e il suo sopraffine tocco i capolavori scelti dagli immensi repertori di Johann Sebastian Bach (Preludio II in Do min e Preludio XII in Fa min) e Georg Friedrich Händel (Lascia ch’io pianga), pescando composizioni di Henry Purcell (Music For A While e la splendida Lamento di Didone) e Claudio Monteverdi (Sì dolce è il tormento), valorizzando inoltre autori meno battuti come il fiammingo Cipriano de Rore (Ancor che col partire). In chiusura, Canzonetta spirituale sopra alla nanna del bussetano Tarquinio Merula è arricchita dal pregevole intervento alla tromba di Giovanni Falzone, creando un’atmosfera suggestiva e di forte contrasto. Per quanti amano la musica off limits, è il disco ideale e necessario da ascoltare.

 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Sergio Cossu
  • Anno: 2023
  • Durata: 37:11
  • Etichetta: Blue Serge

Elenco delle tracce

01. Lascia ch’io pianga
02. Preludio II in Do min – Impro
03. Ancor che col patire
04. Music For A While
05. Sì dolce è il tormento
06. Lamento di Didone
07. Preludio XII in Fa min – Impro
08. Canzonetta spirituale sopra alla nanna

Brani migliori

  1. Lascia ch’io pianga
  2. Lamento di Didone
  3. Canzonetta spirituale sopra alla nanna

Musicisti

Massimo Carrieri: pianoforte - Giovanni Falzone: tromba (8)