ultime notizie

TENER-A-MENTE, Festival del Vittoriale 2022: dal ...

  Martedì 7 Giugno, nella deliziosa cornice di Palazzo Broletto a Brescia, si è svolta la conferenza stampa di presentazione di ‘TENER-A-MENTE, il Festival del Vittoriale’ che si terrà dal 25 giugno ...

Stadio

Diluvio Universale

Diluvio Universale, il nuovo disco degli Stadio, segna l'ennesima svolta importante in quella che è una carriera più che trentennale – infatti anche se l'esordio discografico "in proprio" è datato 1982, in realtà gli Stadio, come gruppo di accompagnamento di Lucio Dalla, esistevano dalla metà degli anni settanta; impossibile non citare, a questo proposito, il tour del 1979 di Banana Republic e il relativo cd.
L'attuale formazione (Gaetano Curreri voce, Giovanni Pezzoli batteria, Andrea Fornili chitarra e Roberto Drovandi basso) si è assestata da molti anni, coadiuvata da Saverio Grandi, autore con Curreri dei più celebri successi, nonché loro produttore, a ragione considerato da molti come il quinto membro del gruppo.
La prerogativa principale della band, tutti ottimi musicisti, è sempre stata quella di saper miscelare il rock e il pop con la musica d'autore, non accontentandosi però di una già avviata carriera di session man di lusso ma creando una propria identità.
“Diluvio Universale” contiene dodici tracce inedite e, soprattutto dal punto di vista dei testi, si differenzia in modo considerevole dai precedenti lavori. A farla da padrone questa volta non è l'amore, ma temi attualissimi e drammatici come la discriminazione, l'immigrazione clandestina, la prostituzione, la crisi politica e la mancanza di valori della società attuale. Data l’importanza attribuita ai testi, sarebbe però stato positivo inserirli all’interno del libretto.
La traccia che da il titolo al disco è stata scritta a quattro mani da Gaetano Curreri e Vasco Rossi, a conferma di una collaborazione che, anche se saltuaria, dura da molti anni e ha prodotto canzoni di qualità e successo. Nella bellissima, profonda e drammatica Cortili lontani, dedicata ad una giovane prostituta rumena, per la prima volta in un album degli Stadio, Saverio Grandi duetta con Gaetano Curreri. Altro ospite di riguardo è Fabrizio Moro, coautore e ospite alla voce in Resta Come sei. Dunque, al contrario delle ultime prove, peraltro tecnicamente impeccabili, ma forse prigionieri di un cliché ormai troppo standardizzato, in questo nuovo progetto gli Stadio danno prova di ritrovato vigore, proponendo un lavoro tanto riuscito quanto crudo e diretto per la scelta delle tematiche affrontate.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Saverio Grandi & Gaetano Curreri
  • Anno: 2009
  • Durata: 55:10
  • Etichetta: EMI

Elenco delle tracce

01. Diluvio universale
02. Gioia e dolore
03. Perdiamoci
04. Un pensiero per te
05. Cortili lontani
06. Come pioggia in mare
07. Benvenuti a Babilonia
08. Autunno
09. Non si accorgerà
10. In questo vortice
11. Resta come sei
12. La mia canzone per te

Brani migliori

  1. Diluvio universale
  2. Cortili lontani
  3. Benvenuti a Babilonia

Musicisti

Gaetano Curreri: voce, cori
Giovanni Pezzoli
: batteria
Roberto Drovandi
: basso, Stick, taurus
Andrea Fornili
: chitarre, tastiere, programmazioni

Saverio Grandi: chitarre, pianoforte, tastiere, programmazioni
Nicolò Fragile
: pianoforte, tastiere, programmazioni, cori
Alessandro Magri
: pianoforte, tastiere, programmazioni
Fabrizio Foschini
: pianoforte, tastiere
Maurizio Piancastelli
: tromba, flicorno
Giorgio Secco
: chitarre acustiche
Fabrizio Moro
: voce
Neo Garfan
: cori