ultime notizie

Canzoni&Parole - Festival di musica italiana ...

  di Annalisa Belluco  ‘Canzoni & Parole’ il festival della canzone d’autore italiana organizzato dall’Associazione Musica Italiana Paris che ha esordito nel 2022 è pronto a riaccendere le luci della terza ...

AA.VV.

Welcome back to the Eighties Colours

 Se gli anni Ottanta sono il luogo del delitto, con questa compilation i protagonisti vi ritornano a bomba, e tutti insieme. Ma scordatevi gli Eighties tutti capelli cotonati e paillettes, qui si parla di tutto il sottobosco underground italiano che tra il 1985 e il 1989 (e oltre) si è ispirato al sixties sound, al garage, al beat, alla psichedelia (originale e neo). Ha raccontato questa scena, con dovizia di particolari e immagini, il giornalista Roberto Calabrò nel suo libro "Eighties colours" (qui sotto la copertina del libro), due anni fa, riportando alla luce e svelando alle nuove generazioni un mondo che sembrava destinato al dimenticatoio. Si è tornato dunque a parlare di band come Not Moving, Four By Art, Sick Rose, No Strange, Blind Alley, e moltissime altre. E dal passaparola alle ristampe, alle reunion e ai nuovi dischi, il passo è stato breve. Welcome back to the Eighties Colours, che prende il nome dalla compilation che nell'85 lanciò in Italia questo sound, è un po' la ciliegina sulla torta di questa operazione di riscoperta/rispolvero/rinnovamento. Ideata da Ludovico Ellena in collaborazione con l'etichetta Psych Out e lo stesso Calabrò, "Welcome back" vede le stesse band che furono la spina dorsale della scena reinterpretare brani di altre formazioni loro contemporanee.

Così, in questi 19 brani possiamo ascoltare Amerigo Verardi e Umberto Palazzo (fondatori degli Allison Run) acquerellare una delicatissima versione di Patty Flan (ribattezzata Allie Flan) dei The Views; o i Barbieri dare nuova linfa a un piccolo capolavoro del neo-bitt quale Puoi girare il mondo con chi vuoi degli Avvoltoi; o ancora i The Sleeves rileggere magistralmente gli Out of Time di One more chance, una gemma che già all'epoca aveva poco da invidiare ai brani dei Long Ryders.

Non tutto è alla stessa altezza, ovviamente, alcune formazioni non suonano più così fresche come dovevano esserlo negli anni Ottanta, vuoi per la padronanza degli strumenti (o della voce, della pronuncia, del tiro) vuoi per la scelta di brani poco rappresentativi o comunque un po' ostici all'ascolto. Ma in una compilation come questa fa anche parte del gioco, lo scopo non è certo l'omogeneità o la rimessa a lucido (l'infighettamento, se vogliamo) del sound del garage anni Ottanta. È più un voler dire: sono passati trent'anni ma noi non siamo cambiati. Questo è il nostro sound, che vi piaccia o non vi piaccia. E ci piace, eccome.

 

 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Ludovico Ellena e Psych Out  
  • Anno: 2012
  • Etichetta: Psych Out Records

Elenco delle tracce

01. Beppe Canavero & Giovanni Cravero (from Out of Time) vs Birdmen of Akatraz: Song For The Convict Charlie

02. No Strange Vs Eazycon: Talpa dell’infinito (“Mole Of Infinity”)
03. Effervescent Elephants Vs Strange Flowers: December
04. Dario Antonetti (From Kryptasthesie) Vs Vegetable Men: Juri Gagarin Meets An Angel In The Sky
05. Operazione Tuono (Feat. Valerio Impulsive Youth) Vs Sick Rose: Do You Live In A Jail?
06. Amerigo Verardi & Umberto Palazzo (From Allison Run) Vs The Views: Allie Flan (“Patty Flan”) 
07. Technicolour Dream Vs Paul Chain Violet Theatre: Luxury
08. Polvere Di Pinguino Vs Boohoos: The Hoo
09. Trip Hill Vs Leanan Sidhe: The Music Of Erich Zann
10. Liars Vs Pikes In Panic: Little By Little
11. I Barbieri Vs Gli Avvoltoi: Puoi Girare Il Mondo Con Chi Vuoi
12. Double Deck Five Vs No Strange: L’universo
13. The Act Vs Lager: Atomic Generation
14. Eazycon Vs Effervescent Elephants: L’appeso (“Three O’ Clock”)
15. Strange Flowers Vs The Liars: Cold Girl
16. Sleeves Vs Out Of Time: One More Chance
17. Lager Vs The Act: Able And Enroled
18. Vegetable Men Vs Allison Run: Smooth Dog
19. Lodovico Ellena Vs Steeplejack: (On The Road To) Sunshine Poppy Fields


Brani migliori

  1. Puoi girare il mondo con chi vuoi
  2. One more chance
  3. smooth dog