ultime notizie

TENER-A-MENTE, Festival del Vittoriale 2022: dal ...

  Martedì 7 Giugno, nella deliziosa cornice di Palazzo Broletto a Brescia, si è svolta la conferenza stampa di presentazione di ‘TENER-A-MENTE, il Festival del Vittoriale’ che si terrà dal 25 giugno ...

Tazenda

Madre Terra

Madre Terra è il secondo disco dei Tazenda da quando alla voce solista è stato reclutato Beppe Dettori, anch’esso originario della Sardegna, poliedrico artista da molti anni attivo sia come turnista (vanta collaborazioni di prestigio con Ramazzotti, Grignani, Panceri, Meneguzzi) che come solista. Superato lo sconforto per il decesso di Andrea Parodi, nel gruppo sino al 1997, rientrato nella band per alcuni concerti e un imperdibile disco live (“Reunion”) poco tempo prima della sua prematura scomparsa, Gigi Camedda e Gino Marielli hanno scelto Dettori come cantante, non sostituto, poiché la voce di Andrea era unica e inimitabile. Il primo lavoro con la nuova formazione, “Vida”, è stato un successo eclatante, con oltre centomila copie vendute ed un singolo, “Domo mia”, con la partecipazione di Eros Ramazzotti, super trasmesso dalle radio. Madre Terra contiene quattordici tracce composte principalmente da Luigi Marielli, coadiuvato in alcuni brani da Kaballà, Luigi Camedda, Beppe Dettori e Roberto Scarpetta. Anche questa volta è presente un duetto, la canzone che da il titolo all’album è infatti cantata con Francesco Renga.

Una prerogativa dei Tazenda è sempre stata quella di saper unire e amalgamare nelle loro opere, varie influenze: il folk delle loro radici, il progressive, il pop, il rock, la musica cantautorale, ma spessissimo a prevalere era la loro anima folk più pura, che si ergeva prepotentemente nelle canzoni. In “Madre Terra” non è così. Il disco, intendiamoci, si ascolta volentieri, è registrato e suonato in modo impeccabile, contiene almeno quattro brani piuttosto radiofonici (Madre Terra, Miele amaro, Phonetic illusion, Liberamus) ma a prevalere in questo caso è la parte pop, che porta ad arrangiamenti forse troppo scontati ed alla ricerca del ritornello facile da cantare e memorizzare. Non è in discussione la legittima voglia e volontà di continuare a portare avanti il progetto Tazenda, ma lo spirito e l’approccio attuali sono differenti da quelli che aveva caratterizzato gli anni passati.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Maurizio Bassi, Luigi Marielli, Luigi Camedda & Massimo Cossu
  • Anno: 2008
  • Durata: 50:30
  • Etichetta: Radiorama

Elenco delle tracce

01. Madre Terra
02. Phonetic Illusion
03. Manouches
04. Miele Amaro
05. Narami
06. Pane Caente
07. Anima nel vento
08. Lamentos
09. Patria quieta
10. Sa mesa
11. Liberamus
12. Lebia nue
13. Misterios
14. Sacrofango

Brani migliori

  1. Madre terra
  2. Sa mesa

Musicisti

Beppe Dettori: voce
Luigi “Gigi” Camedda
: voce, tastiere
Luigi “Gino” Marielli
: voce, chitarra, tastiere
Emiliano Bassi
: batteria
Matteo Bassi
: basso
Massimo Cossu
: chitarre

Francesco Renga: voce
Paolo Jannacci
: fisarmonica
Maurizio “Gnola” Glielmo
: slide guitar, dobro resonator
Flavio Scopaz
: basso