ultime notizie

Lusenstock. Ripartire dall’Arte

Alpe Lusentino, Domodossola - 21 agosto 2021 /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-qformat:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5 ...

Gang

Le radici e le ali : 1991-2011 Live Album Cd+Dvd

Ho iniziato ad ascoltare i Gang dall'inizio della loro carriera e, francamente, mi aspettavo che continuassero a cantare in inglese con quel “tiro” rock che li faceva definire i Clash italiani. Con tutti i pregi ed i limiti di un confronto così importante ed ingombrante se protratto nel tempo.

Con “Le radici e le ali”, invece, la band dei fratelli Marino e Sandro Severini cambiò rotta e, inaspettati, arrivarono a colpire i sentimenti di un pubblico più vasto e ricettivo. Un album potente, quello, che aprì le porte a “Storie d'Italia” che reputo uno dei migliori lavori di sempre della discografia nazionale. Un percorso discograficamente accidentato quello della band di Filottrano, che non ha avuto particolare fortuna con la major WEA, ma che con grande fiducia nei propri mezzi e con la certezza di avere idee artisticamente appropriate (e non solo in quel campo), non ha mai mollato la battaglia continuando ad incidere dischi, autoproducendosi e trovando, infine, Latlantide come approdo serio e sicuro.

La storia artistica dei fratelli Severini è, in fondo, la ricerca di recuperare, con parole nuove ed aggiornate, quelle radici antiche che fanno parte della cultura contadina ed operaia che ha costruito le fondamenta del nostro Paese. La musica e le parole che hanno portato su tutte le piazze d'Italia in trent'anni di carriera non si sono mai ammorbidite ed hanno continuato ad essere un punto di riferimento per molte band ma, anche, per tutti quegli appassionati che non li hanno mai abbandonati, nonostante tante vicissitudini vissute. Di coraggio ne hanno sempre avuto molto e l'eresia, rispetto alle tante chiese che sono presenti nella vita di ciascuno, è stata la loro stella polare nel costruire le canzoni, le idee, il futuro. Hanno dimostrato che le canzoni nascono anche grazie agli incontri ed  in tanti anni questi incontri sono cresciuti in maniera esponenziale radicando il pensiero dei Gang in una sorta di pensiero “di famiglia” che, da nord a sud, unisce il paese attraverso le idee e le utopie. I vent'anni dall'uscita de “Le radici e le ali” non poteva che essere festeggiato a casa loro e così, sulla piazza del paese natale, Filottrano, il 16 settembre del 2011 si è tenuto un concerto celebrativo immortalato su cd e dvd (un’ora abbondante di video).

Per chi conosce la band da sempre oppure anche da pochi anni ed ha avuto il piacere di ascoltarli dal vivo nessuna novità. Tonici, potenti, contenti, pieni di forza e di grinta nello sciorinare una serie di brani del loro importante repertorio. Per chi non li avesse mai ascoltati o visti dal vivo questa è l'occasione imperdibile di condividere un momento di grande tensione artistica e musicale. Il tutto da ascoltare e mirare con grande attenzione perché gli stimoli che emergono dalle canzoni sono davvero tanti e se proprio dobbiamo dare un titolo a questo concerto direi, rubando le parole a Marino Severini, che si tratta di essere consapevoli che il peccato mortale di questa società è l'indifferenza. Allora, gramscianamente o francescanamente  parlando, che fare se non rischiare il proprio mettendosi in gioco alla ricerca di quelle radici che è necessario trasformare in ali...?          

 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Gang  
  • Anno: 2012
  • Durata: 73:42
  • Etichetta: Latlantide

Elenco delle tracce

 Tracce CD

1.      Socialdemocrazia

2.      Bandito senza tempo

3.      Johnny lo zingaro

4.      Ombre rosse

5.      Le radici e le ali

6.      Chico Mnedes

7.      Sud

8.      Oltre

9.      Kowalsky

10.  Prima della guerra

11.  Il bandito Trovarelli

12.  Paz

13.  Fischia il vento

14.  Comandante

15.  La lotta continua

 

Tracce DVD

1.     Esilio

2.     Socialdemocrazia

3.     Bandito senza tempo

4.     Johnny lo zingaro

5.     Le radici e le ali

6.     Ombre rosse

7.     Sud

8.     Oltre

9.     Kowalsky

10.La corte dei miracoli

11. La pianura dei 7 fratelli

12.Fischia il vento

13.Paz

14.Sesto San Giovanni

15.Giorni

16.Prima della guerra

17.Il bandito Trovarelli

18.Comandante

19.I fought the law

Brani migliori

  1. Bandito senza tempo
  2. Sesto San Giovanni
  3. La pianura dei 7 fratelli

Musicisti

Marino Severini: voce, chitarra elettrica, chitarra acustica 12 corde -  Sandro Severini: chitarre elettriche -  Francesco Caporaletti: basso -  Luca Ventura: batteria -  Fabio Verdini: tastiere, piano, organo Hammond       OSPITI     Andrea Mei: fisarmonica, tastiere -  Gianluca Spirito: banjo, mandolino, bouzouki, ukulelechitarra acustica 12 corde, cembalo -  Fabio Andrenacci: percussioni -  Carlo Rubino: violino -  Raffaele Cimica: Sax -  Marco Tentelli: tastiere