ultime notizie

TENER-A-MENTE, Festival del Vittoriale 2022: dal ...

  Martedì 7 Giugno, nella deliziosa cornice di Palazzo Broletto a Brescia, si è svolta la conferenza stampa di presentazione di ‘TENER-A-MENTE, il Festival del Vittoriale’ che si terrà dal 25 giugno ...

Nashville & Backbones

Haul in the nets

Oltre un  decennio passato a proporre, nelle esibizioni dal vivo, cover di celebri artisti della west coast e del country/rock sono stati un'efficace nave scuola per i riminesi Nashville Trio. Dopo aver inserito la valida sezione ritmica dei Blackbones è sorta spontanea l’esigenza di proporre un repertorio composto anche da brani inediti e di fissarli in un secondo tempo su CD. Convogliare le esperienze maturate per incanalarle in un prodotto originale non è certo una cosa semplice e alla portata di tutti, ma i Nashville & Backbones si sono calati alla perfezione in questa nuova dimensione.

Haul In The Nets, ovvero “raccogliere le reti” è un titolo che ben si adatta al loro primo progetto. Infatti, così come i pescatori gettano le reti per godere dei frutti della propria attività, i N&B hanno sapientemente attinto pescando tra gli autori che maggiormente li hanno influenzati.

Giusto per dare un’idea stilistica del loro background, non è difficile captare contaminazioni derivanti da gruppi come Eagles, America, Creedence Clearwater Revival, Poco e CSN&Y rese però personali dalla freschezza e dalla passione impiegata.

Il fatto che ci siano dei chiari riferimenti stilistici non è quindi riduttivo, perché comunque le undici tracce originali, composte e arrangiate dai Nashville, sono tutte di qualità e riescono a mantenere inalterata anche su CD la carica emotiva e il feeling che sono capaci di far emergere durante i live (guardatevi questo video, è più che sufficiente per capire come si possa essere creativi e nello stesso tempo fedeli ad un suono ed un sound così coinvolgente: https://www.youtube.com/watch?v=JQDaac5Xros).

Il loro punto di forza è senza dubbio dato dalle tre voci soliste che si alternano e/o si amalgamano a seconda della situazione creando armonizzazioni impeccabili. Matteo De Angeli (voce/chitarre), Marcello Dolci (voce/chitarre) e Michele Tani (voce/tastiere) traggono giovamento anche dall’apporto della sezione ritmica composta da Davide Mastroianni al basso e Tommy Taddei alla batteria.

La loro musica è senza tempo e forse qualcuno, secondo noi a torto, potrebbe obiettare superficialmente che “è musica vecchia” ma sarebbe davvero interessante capire come si può definire vecchio o sorpassato un genere ed uno stile che ancora oggi appassiona e che non lascia spazio, proprio per la sua natura, ad innovazioni o contaminazioni forzate che lo snaturerebbero.

Haul In The Nets è un esordio con i fiocchi e i Nashville & Backbones sono così, prendere o lasciare. Ma se vi piace il genere proposto, o se capitano dal vivo nei vostri paraggi, non perdeteveli.

 


0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Nashville, Cristian Bonato

     

  • Anno: 2013
  • Durata: 49:02
  • Etichetta: Autoprodotto

Elenco delle tracce

01 The place where we belong

02 Outsider

03 With my tears on

04 Song for Claire

05 Carry me

06 Blue eye in the sky

07 Night in on my own

08 Goodbye dolce vita

09 Too much love

10 Snow

11 Plastic paradise


Brani migliori

  1. The place where we belong
  2. Song for Claire
  3. Night in on my own

Musicisti

Nashville Matteo De Angeli: voce, chitarra acustica, chitarra elettrica, banjo  -  Marcello Dolci: voce, chitarra elettrica, chitarra acustica, armonica  -  Michele Tani: voce, piano, tastiere, melodica   Backbones Davide Mastroianni: basso  -  Tommaso Taddei: batteria e percussioni   Ospiti: Omar Bologna: chitarra solista (# 11)  -  Alice Minuti: violino (# 5)  -  Eugenio Poppi: pedal steel in (# 2, 6)