ultime notizie

Arte, cultura e sport al SOCIAL ...

Inclusione e cultura insieme per combattere il disagio sociale. Dal 13 al 16 giugno prende il via la prima edizione di un Festival speciale, il Social Tour Guidonia Montecelio. Non ...

Carlo Rizzolo

Four Corners

La conclamata passione per l’America musicale, l’interessante doppia veste di eccellente artista/chitarrista e psicologo/psicoterapeuta fa del vicentino Carlo Rizzolo un personaggio a largo raggio: un laser illuminante di ottima musica che irradia sia con i Goldiggers Band (dal 1979 e tuttora operanti), sia con escursioni in solitaria. Ulteriore (ri)conferma arriva con la terza prova Four Corners, un titolo che vuol effigiare i quattro angoli di pensiero che vuol sempre, confrontare (e mai prevaricare) con gli altri membri della band e quelli presenti in quest’opera, elencati qui a fianco. 

Che si dichiari un sognatore non ne fa mistero nell’interessante I’m a dreamer ma, per dare un’ampia visione della sua prospettiva viscerale, ricorre ai tre singoli finora estratti come: Not only a father, Sitting bull e la titletrack, tutti armoniosamente miniati a puntino per trasmettere quel gagliardo piglio folk/blues a stelle e strisce che Carlo tiene molto a cuore, nella mente e nell’anima.  Splendidamente a suo agio anche nelle sognanti ballad come Do you think I thing, The Advantage you have e You (grande dedica a suo figlio), si realizza che il Nostro ha ben assimilato i dettami maestri di giganti come Neil Young, Denver, Taylor e compagnia bell(issim)a, però i suoi scritti hanno il lodevole pregio di alimentare ricorsi storici senza suscitare sospetti di emulazioni patetiche. Vi sembra poco? Lasciamo fluire ancora la rockeggiante Skyline, le atipiche divagazioni folk-country-prog di Mother nature o la spumeggiante In the pharm, con bollicine versate come fossimo in un fumoso saloon o la classicheggiante Take a look at the moon, tanto per capire che la poetica di Rizzolo non solo predica ma... razzola altrettanto bene, in un binomio stimabile di coerenza e spontaneità.

Insomma, un’oretta d’ascolto certificata da tredici brani in continuo divenire, per (ri)portarci a navigare nell’oceano in direzione dell’anelato sogno occidentale. Ad libitum.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Anno: 2024
  • Durata: 58:27
  • Etichetta: Vrec/Audioglobe

Elenco delle tracce

01. Four corners
02. Sitting bull
03. Do you think I think
04. Mother nature
05. Skyline
06. The advantage you have
07. In the pharm
08. Take a look at the moon
09. You
10. Not only a father
11. Nuovo giorno
12. I’m a dreamer
13. Time is a variable

Brani migliori

  1. Mother nature
  2. Not only a father You
  3. You

Musicisti

Carlo Rizzolo (voce/chitarra) - Davide Pezzin (basso, tastiere) - Davide Repele (chitarra) - Davide Danzi (batteria) - Edoardo Brunello (sax) - Cesky Rizzolo (banjo) - Mattia Martorano (violino)