ultime notizie

TENER-A-MENTE, Festival del Vittoriale 2022: dal ...

  Martedì 7 Giugno, nella deliziosa cornice di Palazzo Broletto a Brescia, si è svolta la conferenza stampa di presentazione di ‘TENER-A-MENTE, il Festival del Vittoriale’ che si terrà dal 25 giugno ...

Chemako

Chemako

Quando si ha a che fare con un gruppo che non si conosce possono scattare delle simpatie elettive dovute a varie cause. Una copertina particolare, una confezione innovativa o, come in questo caso, il nome della band che richiama ricordi ai quali si è particolarmente legati. Stiamo parlando infatti degli interessantissimi Chemako, che devono il loro nome ad un episodio di Ken Parker, un fumetto divenuto di culto. Chemako (colui che non ricorda) era il nome che assegnarono gli indiani a Ken nel periodo in cui visse con loro. Superata la curiosità iniziale a volte però ci si imbatte in prodotti che non confermano le aspettative. Per fortuna non è questo il caso. Intorno al nucleo fondamentale della band, composto da Gianfranco Scala, Roberto Re, Stefano Bertolotti si alternano una miriade di ospiti scelti di volta in volta per rendere al meglio le undici tracce che compongono il progetto, una sola della quali è una cover, la peraltro non certo abusata All things must pass di George Harrison.

Cd di esordio con questo appellativo, ma i tre leader sono vecchie volpi del rock/blues italiano ed hanno militato anche nei Chicken Mambo di Fabrizio Poggi. Undici canzoni che ripercorrono la musica tradizionale americana con competenza, passione e rispetto, passando dal folk al blues, alla musica d’autore al roots rock senza dimenticare influssi legati al country. Ben otto ospiti - peculiarità molto rara - si suddividono l’onere della voce solista, e non c’è quindi un lead vocal ufficiale. Il livello medio di tutto il lavoro è davvero notevole, sia dal punto di vista compositivo che per quanto riguarda gli arrangiamenti che danno ad ogni canzone caratteristiche differenti pur mantenendo costante l’omogeneità di fondo. Alcuni elementi dei Mandolin Brothers, con l’immancabile Jimmy Ragazzon e Maurizio “Gnola” Glielmo, sono solo una parte degli ospiti che impreziosiscono Chemako. Esordio quindi molto positivo che instilla la curiosità per un proseguo che speriamo non si faccia attendere troppo.

 

 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica:  Gianfranco Scala

     

  • Anno: 2012
  • Durata: 47:20
  • Etichetta: Ultra Sound Records

Elenco delle tracce

01 Red diamond train

02 Maintenance free

03 Lost my way

04 Let it burn wild

05 Dry your tears

06 Save the moon

07 Falling star

08 The ocean song

09 Tears for breakfast

10 All things must pass

11 Momma’s words

 

Brani migliori

  1. Red diamond train
  2. Maintenance free
  3. The ocean song

Musicisti

Gianfranco Scala: chitarre elettriche e acustiche, banjo, dobro, ukulele  -  Roberto Re: basso  -  Stefano Bertolotti: batteria  -  Shan Kovert: voce -  Angelica Depaoli: voce  -  Marcello Milanese: voce  -  Jimmy Ragazzon: voce, armonica  -  Debbi Walton: voce  -  Gayla Drake Paul: voce  -  Annie Acton: voce  -  Martell Walton: voce  -  Fabio Bommarito: armonica  -  Riccardo Maccabruni: piano, tastiere  -  Maurizio “Micio” Fassino: chitarra elettrica  -  Paolo Canevari: dobro  -  Alexander von Braunmuhl: armonica  -  Maurizio “Gnola” Glielmo: chitarra elettrica slide  -  Max Paganin: flugelhorn  -  Shan Kowert: chitarra acustica  -  Gianni Rava: sax