ultime notizie

Chrysalis è il nuovo singolo dei ...

di Giampiero Cappellaro Tornano i biVio, formazione nata a Parigi nel 2018 dall’incontro della cantante Natalia Bacalov, figlia del noto compositore Luis Bacalov (e madre di origine italiana), e ...

Il Dinosauro e i Manichini

Canzoni contro la morte

Un instancabile aggregante  di musicisti, accolti ad ogni nuova uscita, nella sua “famiglia in continuo aumento”, è l’imprescindibile ideologia che si prefigge Il Dinosauro e i Manichini, progetto che fa capo ad Andrea Campostrini, già in forza nei Nom De Plume ma, in verità, senza voglia di abbandonare il concetto di band, poiché è sua ferma intenzione spartire sempre i meriti con chi partecipa alle incisioni ed apporta idee interessanti, lasciando sempre aperta la porta all’inclusione artistica a futuri ospiti. Così è stato per l’eponimo album di debutto e così è per Canzoni contro la morte: dieci brani che invitano a rafforzare la nostra consapevolezza sul traguardo finale che ci accomuna perché è solo prendendone totale coscienza che la vita verrà vissuta in pieno, tralasciando il tanto futile che non ci dona un granché di edificante. 

Il Cammino di Andrea comincia con piglio passionale, caratteristica che ricorre sovente nel percorso dell’album come la titletrack , Io sto qua o Libera voce, seppur con  grinta variabile, mentre nell’accorato pop-rock di Negroni Atto II si annovera la confermata presenza del singer Ulula, già chiamato in causa nel precedente disco. Invece, nella coinvolgente Il vecchio e il mare l’apprezzato free-styler Freddie marca un episodio forte e compatto ma, la sorpresa spiazzante, è lo stoner-rock di Una storia già vista, sorretto da una guitar dall’impatto ronzinante. La dilettevole e spensierata Grazie e arrivederci serra i battenti di un’opera che sfodera un vigoroso urlo alla vita e che vuole ridar fiducia a chi ha smarrito il suo senso intrinseco e vitale ed ha voglia di riacciuffare antichi valori esistenziali rubati dall’ostentazione vacua ed ossessiva, proprio come Manichini in bella(?) vista, sotto lo schiavismo di vanto e “like” da elemosinare, mentre non sarebbe male tornare un po' preistorici per ripristinare semplicità e sana socialità, fatta di cose ed interscambi semplici e più consoni alla nostra natura originaria. Insomma, un Dinosauro da riportare in auge per ricordarci chi eravamo e per promuovere la vita sempre e comunque.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Anno: 2022
  • Durata: 27:08
  • Etichetta: Wearepequod / NewModelLabel

Elenco delle tracce

01.  Cammino

02.  Canzoni contro la morte

03.  Il vecchio e il mare

04.  Panda

05.  Una storia già vista

06.  Negroni

07.  Negroni atto II

08.  Io sto quà

09.  Libera voce

Brani migliori

  1. Io sto qua
  2. Il vecchio e la mare
  3. Canzoni contro la morte

Musicisti

Andrea Campostrini: voce, chitarra - Daniele Grandi: basso + Ospiti vari