ultime notizie

Note d’Autore: l’omaggio a ...

di Andrea Direnzo Tanti suoi brani sono hit planetarie, molti altri fanno parte della memoria collettiva musicale del nostro Paese. L’elenco sarebbe davvero lungo e finirebbe per togliere spazio ...

Elsa Martin e Stefano Battaglia

Al centro delle cose

Non capita spesso, ma ogni tanto capita.
La mole di dischi che approdano sui tavoli delle redazioni o direttamente ai collaboratori crescono in maniera esponenziale e la tentazione è sempre quella di ascoltarsi l’ultimo disco arrivato o quello arrivato settimana scorsa. Il tempo come realtà con cui fare i conti per gestire la quotidianità. Ma non sempre è così. Può capitare, infatti, che ti trovi a ripensare ad un brano, a un album che avevi ascoltato tempo fa e che poi, per mille motivi, non hai potuto recensire. E così il tempo non ha più quel valore intrinseco che lo lega all’attualità spicciola e scattano altre dinamiche. Mi è successa questa cosa per un album a cui voglio dare il giusto peso e il giusto valore anche a distanza di molti “mesi” dalla sua uscita.

 

Parlo di Al centro delle cose, ultimo disco di Elsa Martin e Stefano Battaglia (qui in una foto di Luca D'Agostino) che dopo l'esperienza rappresentata da “Sfueâi” - disco finalista alle Targhe Tenco 2019 nella sezione album in dialetto dedicato ai poeti friulani del Novecento - in questa occasione concentrano il loro sguardo sulle liriche di Pierluigi Cappello, poeta friulano scomparso nel 2017 a soli cinquant'anni (in basso nella foto). Quel che ci propongono è un viaggio di musica e parole, dove la valenza evocativa delle armonie del pianoforte di Battaglia e l'espressività della voce della Martin rendono un 'servizio' esemplare alla poesia, un'opera che nei panni dell'essenzialità dei suoni fa brillare tutto lo splendore lirico dei testi. Tutte le canzoni sono tenute insieme da un malcelato senso di malinconia, quasi autunnale, che riesce a far vivere nell'ascoltatore un'immersione nell’intimo senso poetico di Cappello che, a conti fatti, è la peculiarità più importante di tutto il lavoro.

La musica, grazie alle sue proprietà meta-linguistiche oltre che metafisiche, è l’arte privilegiata per osare un dialogo con la parola poetica senza sacrificarla, bruciarla, svilirla, distruggerla. A differenza della parola, la musica non può e non deve reggersi sull’inesorabile inequivocabilità del linguaggio. E così si compie l’unione, si rende possibile un doppio raccolto dalla stessa fonte originaria: la poesia”, scrive Battaglia in una nota a chiosa dell’album; niente di più vero ascoltando la magia che pervade Al centro delle cose.

Come una spira, le dieci tracce ti prendono pian piano e ti portano dentro un mondo sospeso, ti senti in apnea negli umori grigi e pastello di una poesia che incontra l'altissima sensibilità di due artisti capaci di creare un pathos permanente per tutto il tempo dell’ascolto. Dall' intro di Scluse che apre l’album si diradano, con calma e pienezza, canzoni raffinate come Le lucciole o Da lontano, la bellezza eterea e priva di gravità della title track (clicca qui per il video) o La retroguardia, la tristezza smunta ed emaciata di Inniò, forse la punta più alta di tutto il lavoro (ascolta il brano). In definitiva Al centro delle cose di Elsa Martin Stefano Battaglia è un lavoro che sposa l'immaginazione lussureggiante, visionaria, colta e contadina al tempo stesso, del poeta friulano Pierluigi Cappello. E lo fa con una musicalità limpida e pudica, nella certezza che questa poesia potrebbe camminare benissimo anche da sola, ma col sostegno di un contorno sonoro così calibrato e centrato può raggiungere spazi e persone cui difficilmente sarebbe arrivata per conto proprio. Un piccolo spazio di bellezza e sofferenza a cui - chi ambisce a qualcosa di alto - deve accedere senza timori.
Non capita spesso, ma ogni tanto capita che la bellezza vinca sul tempo.



0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Anno: 2020
  • Durata: 43:05
  • Etichetta: Artesuono

Elenco delle tracce

01. Scluse
02. Da lontano
03. Le lucciole
04. La retroguardia
05. Al centro delle cose
06. Cîl tal cîl
07. Mont
08. Scrivere il nome
09. Inniò
10. Chiusaforte

Brani migliori

  1. Inniò
  2. Al centro delle cose
  3. Le lucciole