ultime notizie

Canzoni&Parole - Festival di musica italiana ...

  di Annalisa Belluco  ‘Canzoni & Parole’ il festival della canzone d’autore italiana organizzato dall’Associazione Musica Italiana Paris che ha esordito nel 2022 è pronto a riaccendere le luci della terza ...

Paola Caramella-Tiberio Ferracane

Mister Volare

La vita e la carriera di Domenico Modugno attraversano la storia dell'Italia del dopoguerra, della ripresa, del cosiddetto boom economico, delle migrazioni dal sud a cercare lavoro e fortuna.

Un'Italia oggi lontana e forse scomparsa, che però aveva sogni, speranze e tanta poesia. Modugno ne è stato cantore ed interprete, musicale e teatrale, con la sua eleganza e la sua capacità di raccontare quel mondo che andava via via delineandosi davanti agli occhi dei sopravvissuti a due conflitti mondiali, inevitabilmente carichi di ottimismo.

Tiberio Ferracane è musicista poliedrico e passionale, legato a doppio filo alla Sicilia di cui porta il sangue, alla Tunisia, da cui arrivano i suoi genitori e al Piemonte che è stato per lui casa. Se ci aggiungiamo anche una passione mai nascosta per gli chansonnier francesi, ecco che abbiamo l'artista che meglio di molti altri possa raccontare Modugno, le sue tante sfaccettature e la sua peculiarità. Dal 2013 a oggi è presidente, socio fondatore oltre che responsabile ed insegnante, nei laboratori musica e canto dell'Associazione Un Mondo in 3D. Doposcuola DSA-BES. www.unmondoin3d.com

La caratteristica del libro, cioè essere strutturato come un'intervista, lascia campo libero a Ferracane, che racconta Modugno attraverso tre piani di lettura diversi ma complementari: Modugno stesso, la storia e la cronaca dell'epoca, la vita dell'intervistato e della sua famiglia.
Ferracane viene da esperienze diverse, è cantautore, ma anche interprete e creatore di spettacoli monografici, di cui ovviamente Mister Volare fu il primo, seguito da altri dedicati a Califano, Tenco, Aznavour e Paolo Conte. Una vita dedicata quindi all'Arte e al trapasso delle nozioni in tale campo, con Modugno come faro illuminante.

Secondo l'autore, nella musica italiana, dovendo identificare un prima ed un dopo, il punto focale è Nel blu dipinto di blu, canzone simbolo non solo di Modugno, ma di un intero paese. È molto interessante come Ferracane la inserisca nel contesto storico, trattamento che riserva anche ad altri brani famosi di Mister Volare, valga per tutti Vecchio frack e l'audacia di trattare in musica un tema scomodissimo, soprattutto per l'epoca, come il suicidio. Inevitabile e sacrosanto dunque riconoscerne l'influenza su più di una generazione di cantanti, come ebbe a dichiarare Fabrizio De André, che pochi giorni dopo la sua scomparsa ammise che agli esordi cantava imitandolo, “d’altronde come si poteva non subire la sua influenza?”

Contemporaneamente, Tiberio ci racconta la storia della sua famiglia, gli spostamenti, i ritorni, i ritrovamenti, dandoci con precisione le dimensioni dell'importanza culturale che la musica, di Modugno ma non solo, ha avuto e dovrebbe avere ancora nel tessuto sociale di un paese, specialmente in un momento di fondamentale transizione come il dopo guerra. Si arriva alla conclusione dell'intervista con la sensazione chiara di aver approfondito non solo l'opera di un grandissimo artista, ma di averne capito un po' di più l'importanza, non tanto in termini di vendite o meramente musicali, ma soprattutto civili, sociali e ovviamente culturali; la sensazione di conoscere un po' meglio il retroterra della nostra attuale società e magari la voglia di andare ancora più a fondo nella presa di coscienza delle nostre radici.

Il libro contiene anche 3 tracce pianoforte-voce cantate e suonate da Tiberio Ferracane a cui si può accedere con un codice QR dedicato. I brani sono U' pisci spada, Tu si na cosa grande e Vecchio frack.

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Artista: Paola Caramella-Tiberio Ferracane
  • Editore: PaolaCaramella Editrice
  • Pagine: 102
  • Anno: 2023
  • Prezzo: 18.00 €

Altri articoli di Alberto Calandriello