ultime notizie

Nada alla Milano Music Week

di Maria Macchia La paura via da sé e i pensieri brillano: un titolo incoraggiante, di buon auspicio, quasi “motivazionale”, quello dell’ultimo album di Nada. La cantautrice livornese è stata ...

Omar Pedrini e Federico Scarioni

Dentro un viaggio senza vento

È un libro particolare “Dentro un viaggio senza vento”, che prende lo spunto dal tour che è seguito alla ristampa dell’album più rappresentativo del percorso artistico dei Timoria e, in particolare, del suo leader, Omar Pedrini: Viaggio senza vento. Molte immagini del libro, tra l’altro, provengono dal concerto che il 2 Dicembre del 2019 ha proposto al Fabrique di Milano. Un concerto prima della pandemia e che ha visto sul palco, tra gli altri, due musicisti del calibro di Eugenio Finardi e di Mauro Pagani che parteciparono a due brani di quell’album (rispettivamente Verso Oriente e Lombardia).

È da Brescia o meglio dal quartiere operaio di Urago Mella che si dipana la storia di un viaggio che potrebbe definire iniziatico, dove l’alter ego di Pedrini racconta le sue gesta, le sue contraddizioni, i suoi desideri di conoscere e conoscersi, la sua volontà di diventare adulto, maturo e consapevole del sé. In questo aiutato dal suo Guru personale, che lo introdurrà ad una diversa modalità di osservazione della realtà attraverso la scoperta del sé. ‘Dentro un viaggio senza vento’ (che avrei modificato in senza tempo…) è il racconto di ciascuno dei brani che compongono l’album visti dallo sguardo di Joe, questo giovane che attraversa varie vicissitudini alla ricerca di una sorta di pacificazione interiore. Nel racconto che si sviluppa, pagina dopo pagina, attraverso i brani dell’album (composto da ben 21 brani per 73 minuti di ascolto…) scorre la storia dell’alter ego di Pedrini ma, insieme, anche la storia di centinaia, di migliaia, di milioni di giovani che hanno dovuto attraversare “il fiume della consapevolezza” per giungere all’approdo del proprio senso della vita.

 

Scritto insieme a Federico Scarioni, fan della band e amico del suo leader, il libro (tra l’altro corredato da belle fotografie e disegni fissati su una splendida carta lucida) raccoglie la storia di un ragazzo come tanti, figlio della classe operaia (e ricordiamo che esiste ancora questa vituperata parte della società…) che nel lavoro cerca il suo riscatto. Un ragazzo che investe nella musica il suo desiderio di salvarsi la vita. Un ragazzo che diventa uomo e che incontra le contraddizioni del vivere in una società che ha valori spesso non condivisibili, che cerca nello stordimento con alcol e droghe la soluzione, impossibile, al proprio dolore interiore. Però è anche la storia di chi non può né vuole arrendersi, che si pone, grazie alla musica, come irriducibile ricercatore e cantore di un futuro che è difficile sia immaginare che sopportare, ma che non si può ignorare e per cui vale la pena combattere. Presente in copertina, all’interno del libro e sulla pelle di Pedrini, in simbolo sacro dell’OM che può essere recitato come un mantra infinito e che pare vegliare sulla vita dell’autore della storia raccontata. E non da ora, perché i richiami alla spiritualità orientale sono presenti nelle pagine del libro così come i richiami a quel grande viaggiatore dello spirito che pare essere tra i numi tutelari della cultura interiore di Pedrini: Hermann Hesse.

 

Il viaggio di Pedrini è la metafora del viaggio di una generazione. Molto distante da quella degli anni ’70 per la quale la nostalgia è evidente. Molto distante, anche, da quella attuale, tutta orientata al digitale e alla tecnologia. È una storia di confine e insieme anche una storia senza fine, racchiusa nella consapevolezza che siamo tutti parte di un Yin e uno Yang da cui non possiamo fuggire.

----------------------------

Sfogliando il libro, un’opportuna segnalazione meritano le fotografie, a cura di Davide Samperi  (www.fotografieconunanima.it), le immagini di Andrea Manfredini (www.behance.net/supersmanf) e al Coordinamento artistico di Filippo Ferrero.

 

 

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Artista: Omar Pedrini e Federico Scarioni
  • Editore: Il Castello Editore
  • Pagine: 118
  • Anno: 2021
  • Prezzo: 20.00 €

Altri articoli di Rosario Pantaleo