ultime notizie

Arte, cultura e sport al SOCIAL ...

Inclusione e cultura insieme per combattere il disagio sociale. Dal 13 al 16 giugno prende il via la prima edizione di un Festival speciale, il Social Tour Guidonia Montecelio. Non ...

Janete El Haouli

Demetrio Stratos – Alla ricerca della Voce Musica (libro+cd)

Uscito originariamente nel 1999, rieditato quest’anno con l’aggiunta di un più ampio apparato iconografico, Demetrio Stratos – Alla ricerca della Voce Musica rappresenta a tutt’oggi il più ampio e completo trattato riguardante il musicista di origine greca, nato ad Alessandria D’Egitto nel 1945 ed andatosene il 22 aprile 1979, giusto trent’anni fa.
Personaggio assolutamente unico nel panorama musicale italiano, Stratos viene analizzato nei diversi aspetti della ricerca musicale che ne ha caratterizzato la vicenda umana ed artistica; i titoli dei capitoli, infatti, descrivono eloquentemente l’analisi sviluppata: “Oltre la voce-enigma”, “Lo specchio sonoro della voce”, “Voce e corporalità”, “La voce nomade”, “Verso un ascolto sacrificale”, “Flautofonie ed altro”.
Certamente non siamo di fronte ad un lavoro di semplice consultazione ma ad un volume che richiede, se non altro, una seppur minima nozione sull’espressività vocale; tuttavia, anche nei confronti di un lettore neofita, è indubbia la fascinazione che trasmette la narrazione di come il cantante abbia iniziato e stesse portando avanti un percorso così complesso, approfondito e personale avente come oggetto il “proprio strumento”.
Il cd allegato al volume, che riassume in poco più di un’ora di musica sia la carriera di Stratos con gli Area che quella solista, è sicuramente un’utile introduzione ad un più approfondito ed ampio ascolto degli album che lo hanno visto protagonista dietro il microfono ma, soprattutto, si può leggere come un invito ad un’analisi più attenta riguardo alle metodologie sull’uso della voce che l’artista ha sviluppato negli anni, e soprattutto nell’ultimo periodo prima della repentina scomparsa.
Molto belle le fotografie, rigorosamente in bianco e nero, che colgono Demetrio in diversi momenti della sua carriera, foto di scena, foto di vita, una splendida immagine in cui tiene in braccio la figlia neonata, tutte caratterizzate dagli sguardi intensi, forti, quasi “violenti” in alcuni casi, in altri pensosi, in altri ancora giocosi, sguardi che, in un certo senso, sono il migliore compendio alla voce che resta incisa sugli album, e ne costituiscono una sorta di alter-ego.
Piano piano, troppo lentamente in verità, la personalità di Demetrio Stratos pare tornare ad essere al centro dell’attenzione dell’ambiente editoriale e musicale, se si pensa che in trent’anni questo volume è stato per diverso tempo l’unico ad occuparsi di un personaggio che è limitativo definire chiave nell’ambito musicale; nonostante l’uscita di altri volumi, che riguardano però in modo più approfondito la vicenda degli Area, rimane un’opera imprescindibile, per rigore e profondità, “... dedicata a colui che cantò, nei Ribelli, Pugni Chiusi e dopo seppe essere gli Area e poi solo una voce in cerca di assoluto del tutto degna di volarsene via...”.

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Artista: Janete El Haouli
  • Editore: Auditorium Edizioni
  • Pagine: 160
  • Anno: 2009

Altri articoli di Andrea Romeo