ultime notizie

TENER-A-MENTE, Festival del Vittoriale 2022: dal ...

  Martedì 7 Giugno, nella deliziosa cornice di Palazzo Broletto a Brescia, si è svolta la conferenza stampa di presentazione di ‘TENER-A-MENTE, il Festival del Vittoriale’ che si terrà dal 25 giugno ...

Off Modena

The Bastard Sons of Dioniso

Quello di sabato 9 aprile all’OFF di Modena è stato qualcosa che è andato oltre il “solito” concerto (anche se di questi tempi parlare di “solito concerto” è un eufemismo…). Diciamo che è stata soprattutto una festa, con i The Bastard Sons of Dioniso (TBSOD) che per l’occasione hanno presentato il nuovo disco Dove sono finiti tutti? (Fiabamusic/Artist First), uscito il giorno precedente. Un sabato sera primaverile che di primaverile aveva poco, ma che il vento e la pioggia non hanno fermato dall’essere la serata dedicata al “ritorno” della band trentina, accolta e attesa con affetto dai fan modenesi: sarà anche banale dirlo, ma non c’è maltempo, non c’è tristezza, non c’è serata no che la musica dal vivo non sia in grado di stravolgere.

Nonostante il tiro rock della band, possiamo dire che è stato un concerto per certi versi intimo, vuoi perché il pubblico non era numerosissimo (anche qui, ci sarà molto da lavorare per far tornare le persone a frequentare locali, teatri, palazzetti, senza più nessun timore), vuoi perché questa situazione particolare ha permesso in molti punti della serata che diventasse quasi una conversazione tra artisti e pubblico. I primi cavalcavano l’energia del tornare ad esibirsi dal vivo, gli altri orgogliosi di condividere una serata a tu per tu con i musicisti.

Ad aprire la serata Caterina Cropelli, una giovane cantautrice (anche lei trentina) che ha alternando esecuzioni acustiche e pezzi accompagnati dai TBSOD. Tutti i brani della cantautrice vengono introdotti da una presentazione del percorso artistico e personale che ha portato alla scrittura dei testi e alla creazione delle melodie. Un bel set dove abbiamo ascoltato, tra gli altri, Soffio, Ossigeno, Abitudini, La vita davanti, una manciata di brani che Caterina esegue con delicata sicurezza conquistando il pubblico, a cui aggiunge una giusta dose di spigliatezza, sempre in bilico tra un sorriso da adolescente e un piglio da artista navigata.

Tornando ai TBSOD, la formazione è sempre quella classica, un trio di voci con chitarra, basso e batteria, che ha da poco compiuto la maggiore età musicale. Dopo un lungo periodo di stop, ha finalmente messo in piedi un tour (partito da Roma il giorno prima, all’Asino che Vola) per tornare sul palco a fare rumore, a condividere la magia del suonare insieme, quella di cantare ad una sola voce col proprio pubblico. Trascinati dall’energia dei pezzi del nuovo album (e accompagnati in alcuni momenti anche da una travolgente Caterina), hanno regalato una serata che possiamo inserire alla voce “buon rock italiano”. L’inizio della scaletta è quasi indie, poi il sound prende per mano il pubblico e lo accompagna verso atmosfere più rock, che si dischiude con il battere dei quarti dando il via ad una rincorsa tra luci e suoni che alimenta la frenesia delle melodie.

 

In sequenza vengono eseguiti i nuovi successi, È l’ora, L’isola di chi, Sirene, Il tuo tesoro, Restiamo umani e i classici della band come Amor Carnale, Rumore nero e Io non compro più speranza, ovviamente attesi dai fan presenti tra il pubblico che rispondono con uguale energia. Luci, volume alto, dita veloci sugli strumenti e forza sui tamburi: tutti gli ingredienti del rock sono presenti alla data modenese del tour, e i Bastards regalano una performance potente, che costruisce e accompagna le aspettative del pubblico canzone dopo canzone, per concludere la scaletta in modo altrettanto esplosivo, scegliendo un classico dei Beatles, per niente scontato, richiamando sul palco anche Caterina. Il pezzo in questione è Blackbird, e viene eseguito dall’intreccio delle quattro voci in modo impeccabile, tanto da sembrare semplicissimo. Questa fotografia emozionante, dei quattro artisti sul palco a cantare di un piccolo merlo che ha la sua occasione per volare libero, è un’immagine che rimane impressa negli occhi del pubblico, appagato dalla serata, come solo la musica sa rendere possibile.

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Data: 2022-04-09
  • Luogo: Off Modena
  • Artista: The Bastard Sons of Dioniso

Altri articoli su The Bastard Sons of Dioniso

Altri articoli di Laura Saracino